Nel 1800 il Governatore Inglese d’istanza a Malta nominò Fra Carolus Giacinto – un frate Carmelitano – primo professore di storia naturale di Malta. Fra Giacinto si occupò di raccogliere e classificare le specie di fiori e pianre che si trovavano allora nei Giardini nel Mall Gardens (Giardini privati, cui solo i cavalieri potevano, allora, accedere). Dopo cinque anni di studi tutte le specie studiate da Fra Giacinto vennero spostate ai Giardini Argotti.

floriana argotti gardens

All’interno dei Giardini Argotti esiste oggi una sezione particolare, l’ Argotti Herbarium, amministrata dall’Università di Malta dal 1885. Questa sezione, che ospita piante officinali e curative, viene utilizzata dall’Università come sezione botanica educativa. Si racconta, inoltre, che già i Cavalieri Ospitalieri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, nel 1530, studiassero ed utilizzassero le erbe medicinali che ancora oggi fanno parte di questa importante sezione. I Giardini Argotti ospitano una gran varietà di alberi ed arbusti: da querce ad oleandri, a cactus e piante in vaso, oltre ad una significativa varietà di piante autoctone ed acquatiche – visto il gran numero di fontane e piccoli stagni che costellano i Giardini. Le specie tropicali e non endemiche, invece, vengono raccolte in diverse serre, mentre la “Residenza Estiva” di De Argote è stata convertita in Museo, in cui si rivisita la storia dei Giardini, attaverso mappe e documenti, attestati e antiche ricette dei Cavalieri. Il Ficus Gigante, dalle splendide radici intrecciate è divenuto oggi il simbolo dei Giardini Argotti.

floriana argotti gardens

floriana argotti gardens

Accanto all’ingresso si trova un Ninfeo, facente un tempo parte della residenza del Balivo: il pavimento è completamente decorato, ed il Ninfeo è abbellito da pietre di diverso colore, coralli rossi, conchiglie. La splendida fontana che invece si trova al centro dei Giardini abbelliva un tempo i Girdini del Sultano (a Victora Gate – La Valletta). Dalle terrazze che la circondano si gode di uno splendido panorama del porto di Marsamuscetto e della campagna di Malta.